Author: mariaelena

Ing. Collard nuovo CEO di Sampsistemi

New CEO Sampsistemi
A seguito della recente acquisizione di Setic, Pourtier e della loro divisione Service C2S, e con il chiaro obiettivo di rafforzare ulteriormente la posizione competitiva del nostro Gruppo, siamo lieti di annunciare che, con effetto immediato, l’Ing. Thierry Collard assume il ruolo di CEO per Sampsistemi S.r.l.
L’Ing. Collard sarà responsabile del coordinamento di tutte le unità che compongono il mondo Sampsistemi, riportando direttamente al Consigliere Delegato del Gruppo SAMP, Dott. Lapo Vivarelli Colonna. Con oltre 25 anni di esperienza nel nostro settore, l’Ing. Collard è stato Direttore Generale del Gruppo Gauder
dal 2004, maturando significative capacità tecniche e manageriali all’interno di organizzazioni complesse.
Quest’importante ingresso consoliderà ulteriormente la nuova fase evolutiva che la nostra Azienda sta attraversando grazie alle recenti iniziative strategiche che hanno permesso a Sampsistemi di assurgere ad una posizione di leadership di mercato con una base internazionale decisamente ampliata.
Diamo il benvenuto all’Ing. Collard formulandogli i migliori auguri per un continuo successo della sua attività nella nostra organizzazione.

Sampsistemi acquisisce Setic e Pourtier

Sampsistemi acquisitions

Sampistemi, tra i leader mondiali nella produzione di macchine per fili e cavi controllata da SAMP SpA (Gruppo Industriale Maccaferri), acquisisce dal Gruppo Gauder le francesi “Setic” e “Pourtier”, società il cui fatturato complessivo è di oltre 50mln di euro e operanti da più di 100 anni nella progettazione e realizzazione di macchine rotanti ad alta tecnologia per la produzione di fili e cavi industriali. L’operazione consentirà di sviluppare e rafforzare ulteriormente il business di riferimento portando il volume d’affari del Gruppo SAMP a superare 240 mln di euro nel 2018, grazie ai 22 stabilimenti sparsi in tutto il mondo e a un organico di ben 1.150 dipendenti.

“Setic e Pourtier – ha dichiarato Lapo Vivarelli Colonna, CEO Gruppo SAMP – rappresentano una grande opportunità per la nostra divisione e sono altresì certo che, attraverso queste due realtà, riusciremo a crescere ancora più rapidamente sul mercato, grazie anche a un’offerta di prodotti più completa. Si tratta di un’operazione strategica che consoliderà la nostra posizione sul mercato quale uno dei principali player di riferimento con un un know-how all’avanguardia.”

La linea produttiva di Setic e Pourtier non solo verrà mantenuta ma al contempo migliorata, così come la fornitura di pezzi di ricambio originali e l’aggiornamento di disegni tecnici e software per macchinari.

L’acquisizione sarà finanziata con l’emissione di un bond interamente sottoscritto da Muzinich & Co.

Advisor legali dell’operazione sono stati DLA Piper Studio per SAMP e Studio Associato Molaro – Pezzetta – Romanelli – Del Fabbro per Gauder.

Il Gruppo SAMP nasce a Bologna nel 1936, opera nel settore dell’ingegneria meccanica ed è composto da quattro divisioni: Sampsistemi, Samputensili MachineTools, Samputensili Cutting Tools e Sampingranaggi   Il Gruppo SAMP è specializzato nella lavorazione dei metalli, in quanto progetta e realizza impianti per la produzione di fili e cavi per le telecomunicazioni e per la bassa, media ed alta tensione, utensili per il taglio di ingranaggi e macchine utensili per la lavorazione e la rettifica di ingranaggi, viti e rotori, nonché ingranaggi e riduttori per impieghi di alta precisione. SAMP è presente in Europa, Asia, Nord e Sud America. Presieduta da Antonio Maccaferri, la sub-holding del Gruppo Maccaferri ha chiuso il 2017 con un fatturato pari a 163 milioni di euro, vanta un’area produttiva di oltre 60 mila m², più di 900 dipendenti e clienti da oltre 100 paesi nel mondo. www.sampspa.com

Il Gruppo Industriale Maccaferri fa capo alla holding di famiglia, S.E.C.I., società che dal 1949 opera in diverse aree di business attraverso le sue 6 divisioni: Officine Maccaferri (ingegneria ambientale), Manifatture Sigaro Toscano (tabacco), Sadam (alimentare), Samp (ingegneria meccanica), Seci Real Estate (costruzioni) e Seci Energia (energia). Il Gruppo, presieduto da Gaetano Maccaferri è presente nel mondo con 57 stabilimenti, ha chiuso il 2016 con un fatturato

15-18 Maggio 2018 Sampsistemi al WAI Operations Summit & Wire Expo 2018

WAI 2018

Sampsistemi è felice di annunciare la propria partecipazione al WAI Operations Summit & Wire Expo 2018 (Maggio, 15-18) che avrà luogo a Nashville, TN, USA .

Non vediamo l’ora di incontrare i nostri clienti, partner e amici e di condividere le ultime novità riguardo sviluppi tecnologici, investimenti e molto di più.

Per maggiori informazioni sul WAI Operations Summit & Wire Expo 2018 clicca qui .

 

26-29 Settembre 2018 Wire China 2018

Sampsistemi at the Wire China 2018

Sampsistemi è felice di annunciare la propria partecipazione alla Wire China 2018 che avrà luogo a Shanghai, China (September, 26-29).

Non vediamo l’ora di incontrare i nostri clienti, partner e amici e di condividere le ultime novità riguardo sviluppi tecnologici, investimenti e molto di più.

Per maggiori informazioni sulla Wire China 2018 clicca qui !

 

6-9 dicembre 2017 Iran Wire 2017

Iran_Wire_2017_Sampsistemi

Sampsistemi è fiera di annunciare la propria partecipazione alla Iran Wire 2017 che avrà luogo a Theran ( 6-9 dicembre). Vi aspettiamo per condividere con voi le ultime novità e sviluppi!

Venite a trovarci allo stand A6-C1 !

Per maggiori informazioni sulla fiera Iran Wire 2017 clicca qui 

 

16-20 aprile 2018 Wire Dusseldorf 2018

Wire 2018 sampsistemi

Manca ormai poco alla fiera wire Düsseldorf (16-20 aprile 2018). Sampsistemi sta ultimando i preparativi ed attende con impazienza la possibilità di incontrare i propri clienti, partner ed amici allo stand 9C60 nel padiglione 9. La fiera rappresenta infatti la vetrina ideale per mostrare gli ultimi risultati conseguiti, frutto della continua ricerca della perfezione e dell’eccellenza volta a rendere la produzione dei propri clienti sempre più efficiente, affidabile ed ecologica. Obiettivo ultimo di Sampsistemi è la diminuzione dei costi di produzione e della percentuale di scarti, garantendo allo stesso tempo una qualità sempre eccellente del prodotto finale.

Moltissime saranno le nuove soluzioni esposte per la produzione del filo e del cavo. Diamo un’occhiata ad alcune delle più interessanti.

La Piattaforma di Sbozzatura (RB Platform) si basa sulla tecnologia multimotore per sbozzatori e forni di ricottura. La RB Platform consiste in tre segmenti di prodotto, R1, R2 e R3, tutti progettati per soddisfare qualsiasi richiesta del cliente, in base alla sua applicazione finale (seconda trafilatura del filo, cavi di potenza, filo smaltato, piattine, fili per saldature etc.) e materiali (rame, alluminio e leghe). Sono disponibili forni di ricottura orizzontali e verticali con anelli di contatto fino a 700 mm e corrente di ricottura fino a 12000 A. Il portafoglio prodotti è completato da una vasta gamma di bobinatori singoli e doppi, con cambio bobina automatico e manuale, bobinatori statici ed infustatori.

Le piattaforme di Trafilatura Multifilare (DM Platform) e di Ricottura Multifilare (AN Platform) si basano sulle più recenti tecnologie sviluppate da Sampsistemi, come il recupero dello slittamento, la tecnologia multimotore, il controllo del movimento, il sistema di interfaccia uomo-macchina e l’impianto di ricottura elettronico. L’alluminio e le sue leghe svolgono un ruolo importante nello sviluppo di soluzioni filo e cavo per applicazioni automotive. Per questa ragione, Sampsistemi è impegnata in un continuo sviluppo dell’intera gamma di prodotti progettati specificatamente per la trafilatura multifilare, ricottura in linea, bobinatura e successiva trefolatura del filo di alluminio.

La DM Platform comprende macchine di trafilatura fino a 56 fili, con diametro in uscita da 0,05 a 1,35 mm, e diametro in ingresso fino a 2,6 mm. La tecnologia di recupero dello slittamento, basata sulla separazione della trasmissione in due o più sezioni, ciascuna delle quali con uno o più motori dedicati sincronizzati dal PLC, permette una minore sollecitazione e rottura del filo, una minore usura dei cabestani e degli elementi di guida, un notevole miglioramento della qualità del filo ed una riduzione del consumo di energia del 10-15%.

La AN Platform è caratterizzata da numerose migliorie tecniche legate al sistema di raffreddamento e di asciugatura, alla tecnologia multimotore, alla lunghezza di preriscaldo regolabile, al percorso filo prima degli anelli ed ai dispositivi di pulitura sugli anelli di contatto.

Il sistema di controllo permette di impostare i parametri di produzione in modo da formare una ricetta di produzione memorizzata sul pannello di controllo. La piattaforma di ricottura è inoltre arricchita dagli ultimi sviluppi sulla tecnologia di ricottura, in particolare dallo sviluppo delle apparecchiature elettroniche che migliorano la superficie del filo e l’efficienza energetica (PF > 0.90).

Con la recente acquisizione di Euroalpha, Sampsistemi ha ampliato la propria gamma prodotti di macchine rotanti, in particolare per quanto riguarda la tecnologia delle trefolatrici monotorsione e a  doppia torsione. Alla wire Düsseldorf i visitatori avranno la possibilità di vedere la nuova Trafilatrice Monotorsione EST 1250, caratterizzata da un percorso liscio per un trefolo di qualità eccellente, sistema di bloccaggio doppio per bobine fino a 4500 kg, braccio singolo a bassa inerzia per aumentare la velocità di lavoro e migliorare l’efficienza energetica, manutenzione ridotta e assenza di fondamenta necessarie.

Sampsistemi è inoltre una delle aziende leader nella produzione di macchinari per l’estrusione, caratterizzati da un’elevatissima produttività, un’eccellente qualità del prodotto finito e dalla possibilità di lavorare una grande quantità di materiali. Alla fiera wire Düsseldorf, Sampsistemi esporrà l’estrusore SAMP 120-25 per applicare guaine a cavi LV. Questa macchina è adatta anche all’applicazione di guaine a cavi HV ed a linee di isolamento veloci con diversi tipi di materiali.

Sampsistemi produce macchinari anche per il mercato della gomma ed ha recentemente ampliato la propria gamma prodotti grazie all’acquisizione dell’azienda italiana Euro Extrusion. Alla fiera wire Düsseldorf verrà esposto l’estrusore per silicone ES.60.13D, caratterizzata da un design innovativo che ne permette una manutenzione semplice e pratica, come richiesto ormai da tutti i maggiori produttori mondiali.

Infine, verrà esposto l’estrusore SAMP 80-25 del Laboratorio di Ricerca & Sviluppo Sampsistemi, dove l’azienda effettua numerosi esperimenti su diversi tipi di cavo in condizioni di produzione realistiche, al fine di migliorare le prestazioni dei macchinari e di fornire ai propri clienti dei campioni di cavo.

Tutti gli estrusori esposti saranno caratterizzati da soluzioni sviluppate insieme a CJ TEK, azienda svizzera e partner tecnologico di Sampsistemi, che sarà co-espositore alla fiera wire Düsseldorf e presenterà numerose teste di estrusione altamente tecnologiche per diverse applicazioni.

È importante ricordare che tutte le macchine Sampsistemi sono studiate in accordo con le più recenti innovazioni dettate dall’Industria 4.0, in modo da consentire ai clienti una facile e comoda gestione di tutti i dati produttivi e di manutenzione anche da remoto.

Queste e molte altre sorprese vi attendono alla wire Düsseldorf, al padiglione 9, Stand 9C60. Venite a visitare il nostro stand !

Per maggiori informazione sulla Wire cliccate qui

 

29-30 novembre 2017 Aluminum Wire and Cable 2017

Aluminum Wire & Cable 2017 Frankfust

Sampsistemi è lieta di annunciare la sua partecipazione all’ Aluminum Wire and Cable 2017 (29-30 novembre 2017) che avrà luogo a Frankfurt, Germania. Mercoledì 29 novembre, il nostro Pruduct Manager Enrico Conte presenterà l’articolo tecnico: “Le soluzioni Sampsistemi per la bobinatura, trefolatura e armatura dei cavi”.

La fiera/conferenza Aluminium Wire & Cable 2017 mette insieme a Francoforte fornitori di alluminio, produttori di filo e cavo e una moltitudine di utenti finali. Lo scopo è quello di esplorare soluzioni per filo e cavo in alluminio in applicazioni elettriche.

Per maggiori informazioni cliccare  qui 

5-7 ottobre 2017 Cable e Wire Fair 2017

Cable-wire-2017

Sampsistemi è lieta di annunciare la propria partecipazione alla Cable & Wire Fair 2017 che avrà luogo a Pragati Maidan New Delhi, India.  Durante l’evento, il nostro Product Manager Enrico Conte presenterà l’articolo tecnico: “Soluzioni moderne per le applicazioni di filo e cavo d’alluminio”.

La Cable e Wire India 2017 copre tutta l’industria del filo e del cavo. L’obiettivo è di servire come piattaforma one-stop per le news e le varie informazioni riguardo l’industria del filo e del cavo, i suoi nuovi sviluppi e le sfide che l’industria deve affrontare.

Per maggiori informazioni cliccare qui 

La produzione dei cavi coassiali, i principali parametri.

produzione-cavi-coassiali-principali-parametri

Il processo di progettazione dei cavi coassiali è fondamentale per la performance finale del prodotto. Tuttavia, ci sono dei parametri che devono essere presi in considerazione durante la fase di produzione. I principali sono elencati di seguito:

  • Impedenza caratteristica “Zo
  • Capacità “C”
  • Attenuazione “α”
  • Potenza trasmissibile
  • Velocità di propagazione “Vp”

È importante, in particolare per i sistemi di trasmissione ad alta frequenza, che l’impedenza caratteristica “Zodel cavo (espressa in Ohm) corrisponda a quella del sistema ricevente. Questo perché qualsiasi differenza della impedenza caratteristica alla giunzione impatta notevolmente sulla qualità del segnale. Analogamente, distorsioni e perdita di segnale possono essere causati da una non costanza tra la qualità del conduttore, uniformità del dielettrico e geometria del cavo.

La capacità “C” (misurata in Farad) è importante per capire la capacità del materiale dielettrico di conservare la carica dielettrica. Per le linee di trasmissione dati è ideale usare i cavi coassiali con bassa capacità prodotti con materiali con bassa costante dielettrica (come polipropilene).

L’attenuazione “α”, misurata in dB, è necessaria poiché determina il livello di trasmissione della linea, che è determinato dal rapporto tra il voltaggio di entrata e quello di uscita. Inoltre provoca una perdita di segnale e l’abbassamento nel picco di voltaggio ed è generata da due fattori principalmente:

  • Perdita resistiva dei conduttori
  • Perdita nel dielettrico

Il riscaldamento del cavo e la temperatura di rammollimento del dielettrico hanno un impatto notevole sulla potenza trasmissibile. Infatti, la perdita del riscaldamento di calore è direttamente proporzionale alla frequenza, al fattore di dissipazione e alla costante dielettrica. Di conseguenza la potenza trasmissibile dipende da tre elementi:

  • Materiale e dimensione cavo
  • Temperatura ambiente
  • Riflessioni

La velocità di propagazione “Vp”, misurata in percentuale, rappresenta il tempo richiesto da parte di un segnale di passare attraverso la linea di trasmissione.

Un processo di produzione dei cavi coassiali approssimato che provoca irregolarità nelle dimensioni e nel materiale lungo la linea ha un’influenza nell’impedenza caratteristica. Infatti ad ogni variazione di impedenza si perde una porzione di segnale.

L’industria del cavo usa come indicatore per valutare la qualità dei cavi l’uniformità della perdita del ritorno. Tuttavia, il mercato preferisce usare la SRL, Structural Return Loss. Di conseguenza le fasi di produzione sono essenziali ed estremamente importanti per il raggiungimento di un prodotto finale di qualità. Ci sono molti parametri e elementi da prendere in considerazione. Questi sono solo una parte. Tuttavia, evidenziano in maniera molto chiara l’importanza di scegliere un fornitore di linee di estrusione che abbia una conoscenza profonda della materia e con un’esperienza solida ed efficace.

Come funziona la televisione via cavo?

coaxial cables sampsistemi

Oggi, con il termine televisione via cavo, ci riferiamo a qualsiasi sistema in grado di inviare segnali attraverso cavi coassiali o fibra ottica. La televisione via cavo è stata usata negli Stati Uniti fin dalla fine degli anni quaranta per migliorare la ricezione delle trasmissioni della rete commerciale. Da allora si è riscontrata una proliferazione dei sistemi di televisione via cavo con servizi speciali.

La larghezza di banda dei sistemi via cavo è cresciuta con l’aumentare delle opzioni di programmi. Così come la tecnologia è migliorata con la fibra ottica e analogica e la conversione digitale, analogamente anche la qualità e la funzionalità hanno fatto passi avanti. I cavi coassiali possono portare molti canali nelle case attraverso un singolo alimentatore coassiale RG-6. Tuttavia, è anche possibile usare cavi coassiali RG-11 più spessi per una ricezione ad alta definizione così come per internet.

I cavi coassiali sono prodotti per venire incontro alle crescenti richieste di dati e video ad alta velocità. Questi cavi sono flessibili e adatti a sopportare condizioni ambientali estreme. Al fine di evitare distorsioni o interferenze di segnale, i cavi coassiali devono essere prodotti garantendo un’alta qualità del prodotto finale. La scelta del materiale e del processo di produzione è essenziale per la produzione di un cavo coassiale che non presenti alcun problema nella sua applicazione finale.

Progettare una linea di trafilatura ed estrusione per la produzione di cavi coassiali di alta qualità è un processo abbastanza semplice, che tuttavia richiede una profonda conoscenza del prodotto, dell’applicazione e dei bisogni specifici dell’utente finale. I cavi coassiali usati per la televisione sono composti da un conduttore, diversi strati isolanti e una sezione di riempitivo, ciascuno dei quali serve per uno scopo specifico. Il cablaggio intrecciato può essere fatto in alluminio o rame ed è la parte che porta realmente il segnale nel formato di radio frequenza. Il filo è coperto da una guaina appositamente progettata per evitare interferenze in ingresso e perdite di segnale. Successivamente, oltre la guaina, è possibile inserire uno strato metallico che rafforza la prevenzione dell’interferenza del segnale. In sintesi, lo strato esterno deve essere:

  • Spesso
  • Durevole
  • Resistente a condizioni ambientali estreme