Come funziona la televisione via cavo?

coaxial cables sampsistemi

Oggi, con il termine televisione via cavo, ci riferiamo a qualsiasi sistema in grado di inviare segnali attraverso cavi coassiali o fibra ottica. La televisione via cavo è stata usata negli Stati Uniti fin dalla fine degli anni quaranta per migliorare la ricezione delle trasmissioni della rete commerciale. Da allora si è riscontrata una proliferazione dei sistemi di televisione via cavo con servizi speciali.

La larghezza di banda dei sistemi via cavo è cresciuta con l’aumentare delle opzioni di programmi. Così come la tecnologia è migliorata con la fibra ottica e analogica e la conversione digitale, analogamente anche la qualità e la funzionalità hanno fatto passi avanti. I cavi coassiali possono portare molti canali nelle case attraverso un singolo alimentatore coassiale RG-6. Tuttavia, è anche possibile usare cavi coassiali RG-11 più spessi per una ricezione ad alta definizione così come per internet.

I cavi coassiali sono prodotti per venire incontro alle crescenti richieste di dati e video ad alta velocità. Questi cavi sono flessibili e adatti a sopportare condizioni ambientali estreme. Al fine di evitare distorsioni o interferenze di segnale, i cavi coassiali devono essere prodotti garantendo un’alta qualità del prodotto finale. La scelta del materiale e del processo di produzione è essenziale per la produzione di un cavo coassiale che non presenti alcun problema nella sua applicazione finale.

Progettare una linea di trafilatura ed estrusione per la produzione di cavi coassiali di alta qualità è un processo abbastanza semplice, che tuttavia richiede una profonda conoscenza del prodotto, dell’applicazione e dei bisogni specifici dell’utente finale. I cavi coassiali usati per la televisione sono composti da un conduttore, diversi strati isolanti e una sezione di riempitivo, ciascuno dei quali serve per uno scopo specifico. Il cablaggio intrecciato può essere fatto in alluminio o rame ed è la parte che porta realmente il segnale nel formato di radio frequenza. Il filo è coperto da una guaina appositamente progettata per evitare interferenze in ingresso e perdite di segnale. Successivamente, oltre la guaina, è possibile inserire uno strato metallico che rafforza la prevenzione dell’interferenza del segnale. In sintesi, lo strato esterno deve essere:

  • Spesso
  • Durevole
  • Resistente a condizioni ambientali estreme